LA CASA MEDITERRANEA: MODELLI E DEFORMAZIONI


Il programma ha promosso una serie di incontri tra architetti di differenti provenienze geografiche, finalizzati alla elaborazione di proposte progettuali di carattere sperimentale su un tema primario del processo di conformazione dell’ambiente mediterraneo, quale quello dell’abitazione. Nei modi di costruzione della casa mediterranea si trovano infatti le risposte ad alcuni, specifici caratteri dei luoghi presi in esame.

Il campo di indagine è stato riferito alle tre isole del golfo di Napoli e a tre modelli abitativi dedotti dalla lettura dei caratteri geo-morfologici dei tre luoghi. Il rapporto con il contesto è il dato di base su cui poggia l’iniziativa, nella convinzione che dal luogo l’architettura mediterranea abbia sempre derivato i suoi aspetti più autentici.

L’isola di Capri si propone, a questa lettura, come uno scoglio calcareo con caratteri di introversione e raccoglimento intorno ad un “cuore” materializzato dal vuoto geometrico della celebre “piazzetta”, nella parte centrale dell’isola, o dal patio della non distante Certosa di S. Giacomo. La casa-patio costituisce la tipologia abitativa capace di restituire tale carattere di introiezione, riletto attraverso le deformazioni derivate dalla localizzazione panoramica dell’area scelta per il progetto, ubicata sulle pendici di Monte Tuoro.

L’isola d’Ischia riferisce un carattere opposto, per la conformazione estroversa del suo territorio, dominato dalla mole di natura vulcanica del monte Epomeo. La conformazione convessa del terreno, degradante verso il mare e sagomato dal disegno dei terrazzamenti agricoli, propone la casa-terrazza quale tipologia abitativa pertinente a definire i modi tipici di occupazione del suolo, aperto verso lo sfondo panoramico dell’orizzonte marino.

L’isola di Procida si proietta sul mare mediante gli spalti di sette antichi crateri, aperti e invasi dalle acque. Contro queste pareti concave erose dal vento si sono addossate nel tempo le unità abitative, con una sola facciata prospiciente il mare. La tipologia della casa-facciata traduce questa originaria condizione insediativi: la casa si rappresenta tutta sul piano di facciata, elemento “spesso”, all’interno del quale si risolve l’articolazione delle unità abitative. 

Le tipologie abitative individuate per le isole partenopee riferiscono, pur nella diversità delle singole risposte architettoniche, una sensibilità insediativa riconducibile ad un atteggiamento metodologico comune a tutte le costruzioni dell’area mediterranea, fatto di risposte essenziali, profondamente radicate al luogo, ai suoi caratteri morfologici e ambientali.

 

home page | progetti | casa mediterranea

Istituto
per l'Architettura Mediterranea
credits | grafica: franco lancio | webmaster: alessandra turco | restyling XHTML e motore CMS: laboratorio d'Avanguardia